Bari

Capoluogo della regione e importante città del Sud Italia, Bari è oggi un vivace centro culturale e commerciale. Negli ultimi anni, la città vecchia è stata protagonista di una rivalutazione architettonica e di un evidente apprezzamento turistico.

Prima di addentrarsi nel centro storico, proteso sul mare, è consigliata una visita al Castello Svevo, oggi sede museale. Il castello fu eretto grazie alla volontà di Federico II di Svevia (geniale Imperatore del Sacro Romano Impero) e caratterizzato da una geometria lineare. All’entrata del borgo antico si dispiega la Cattedrale di San Sabino, fulgido esempio di romanico pugliese. Questa fu eretta sulle rovine del Duomo Bizantino e seguendo il modello della Cattedrale di San Nicola. Quest’ultima fu inaugurata nel 1197 per custodire le reliquie dell’omonimo santo, giunte circa un secolo prima da Myra (nell’attuale Turchia). La basilica di stile romanico ed epoca normanna, con la sua facciata larga e traforata da poche finestrelle, nacque sull’area della residenza del catepano (governatore greco-bizantino) riutilizzando il materiale presente in loco.

Passeggiando tra le stradine del centro storico tra profumi di panni appena stesi e di pasti appena messi sul fuoco, si intravede il cielo e il mare. Un miscuglio di odori, colori, suoni catturano il visitatore.

L’Arco delle Meraviglie, le edicole votive, il Palazzo del Sedile, i palazzi nobiliari e quelli dei poveri, la Chiesa di San Marco dei Veneziani: tutto racconta la storia e l’identità di questa città che corre insieme alle sue nuvole.