Taranto – Martina Franca

La bellezza di Taranto potrebbe essere oscurata dai grandi impianti industriali ma non per coloro che vogliono addentrarsi in questa città ricca di reperti e sorprese.

Taranto, in passato chiamata Taras, vanta un’importanza storica non solo per la Puglia ma per l’intero Sud Italia, fondata dagli Spartani e successivamente centro militare della Magna Graecia, ha ricoperto un ruolo strategico nell’antichità. La sua posizione, proprio nell’omonimo golfo, l’ha definita “La città dei due mari” e dalla parte moderna della città (in cui si estendeva la necropoli), passando dal Ponte Girevole e da Castel Sant’Angelo, è possibile raggiungere la città vecchia adagiata su un isolotto. Qui è possibile visitare il centro storico, la Chiesa di San Domenico Maggiore con la sua piazza e la Cattedrale di San Domenico.

Taranto inoltre, grazie al suo sottosuolo ricco di materiale archeologico, ospita uno dei centri di diffusione culturale più importanti a livello nazionale: il Museo Archeologico Nazionale (MArTA), in cui è possibile ammirare i rinomati “Ori di Taranto” una collezione di opere di oreficeria ellenistica.

 

Alle pendici delle Murge, tra lo Ionio e l’Adriatico, sorge Martina Franca: un piccolo gioiello della Valle d’Itria. Il suo è un profilo signorile, i suoi palazzi bianchi, la sua architettura barocca, la cura dei dettagli rendono questa cittadina particolarmente apprezzata da coloro che la visitano. Passeggiando tra le sue strade è possibile ammirare la Basilica di San Martino, esempio di rococò in Puglia e principale edificio sacro cittadino, il Palazzo Ducale (il cui disegno è stato attribuito al Bernini), oggi sede del Municipio e la bellissima Piazza Maria Immacolata, di forma semicircolare abbracciata da un portico colonnato.

 

A pochi chilometri dalla città inoltre è sita la riserva naturale regionale del Bosco delle Pianelle, dove è possibile trascorrere dei momenti di relax o di attività fisica all’aperto. La riserva si estende por 1205 ettari ed è il luogo ideale per coloro che intendono praticare trekking o effettuare un’escursione a piedi o in bicicletta.

La sua fama però Martina Franca la deve ai suoi due prodotti enogastronomici: il vino Martina Franca doc e il capocollo, eccellenze nel panorama agroalimentare pugliese. Il vino proviene da vitigni di Bianco d’Alessano, Bombino bianco, Fiano, Verdeca e Malvasia bianca e presenta un sapore asciutto e delicato e un colore paglierino. Il capocollo è un insaccato di suino che racchiude i sapori e gli odori della Valle d’Itria, apprezzato in tutto il mondo, è un prodotto impossibile da imitare.